Dal 1890 a oggi: una staffetta lunga oltre un secolo

Nel cuore di Catania, la Macelleria di Francesco Motta è il tempio delle carni pregiate e vanta una tradizione secolare. La prima macelleria della famiglia Motta fu aperta in Via Ventimiglia nel lontano 1890, ai tempi di Verga, Capuana e De Roberto.
L’iniziativa fu del bisnonno Nicola, che era cresciuto tra le mucche e i vitelli, perché suo padre – il trisavolo Salvatore – era un avvocato con l’hobby dell’allevamento. Così aveva comprato dei giardini, dove si divertiva ad allevare vitelli, agnelli e maiali, contagiando al figlio Nicola la propria passione.

Col passare del tempo, la famiglia Motta conquista un ruolo di eccellenza nel panorama della lavorazione e commercio della carne, ma anche dell’allevamento, poiché vantava il possesso di diverse stalle, alcune delle quali sono in possesso della Famiglia Motta tutt’oggi. Nel 1920 la macelleria si sposta in Via Gambino, sul lato opposto della strada rispetto a quello occupato dalla sede attuale: il bisnonno Nicola passa le redini dell’impresa al figlio Salvatore, pur continuando ad affiancarlo nella gestione.

Nel 1965, in seguito allo sventramento di San Berillo e alla nascita del Corso Sicilia, la macelleria Motta “attraversa la strada” e si stanzia nell’attuale sede, in Via Gambino 13. Lì, insieme al nonno Salvatore (Presidente dell’ Associazione Macellai), comincia a lavorare – a soli 8 anni –  Pietro, il papà di Francesco (l’attuale proprietario), che a 15 anni, nel 1982, avrà il piacere di inaugurare per la seconda volta la macelleria insieme a suo padre, fino ad ottenere il passaggio di consegne definitivo nel 1993.

… Il presente: Francesco Motta e suo figlio Pietro

L’ultima inaugurazione della macelleria è avvenuta nel 2003. Oggi Francesco continua ad essere sostenuto dalla moglie Loredana e dalla mamma Antonina, che da più di cinquant’anni è presenza imprescindibile della Macelleria Motta.


Pronto a dar seguito alla tradizione della famiglia - che si rinnova da oltre un secolo – è uno dei figli, il giovane Pietro. Le logiche moderne, spesso, allontanano dalla tradizione, sia nella qualità che nell’animo con cui si affronta il lavoro.


Francesco Motta e la sua famiglia sono invece convinti che le radici vadano onorate, anche per rendere giustizia ai loro avi che le hanno piantate ma, al contempo, senza rinunciare a un pizzico di novità e creatività. Questo è il punto di forza dell’azienda, apprezzato anche da numerosissimi ristoranti e bar che da anni acquistano presso la Macelleria Motta carni e preparati da proporre ai loro clienti.